LETTERA ALLA COMUNITA' SCOLASTICA E CONCORSO #IORESTOACASA#

LETTERA DELLA DIRIGENTE

ALLA COMUNITA’ SCOLASTICA

 

 

Cari docenti, care famiglie, carissimi alunni,

 

Il difficile momento che stiamo vivendo, esige nuove e inusitate modalità per cercare di mantenere vivo e costante il rapporto tra tutti i protagonisti della comunità educante del nostro istituto: alunni, docenti e famiglie.

Un rapporto che deve necessariamente improntarsi sulla comprensione e l’attenzione reciproca, sull’affetto e la vicinanza, sulla comunicazione e sulla solidarietà.

Grande è l’impegno che tutti noi stiamo affrontando e tante sono le competenze che ci viene richiesto di acquisire, per poter al meglio proseguire nel nostro percorso formativo.

Non mancano le difficoltà: la poca dimestichezza con le nuove tecnologie, la mancanza di strumenti adeguati, i problemi di connessione e l’assoluta novità della didattica a distanza, ci pone davanti ostacoli che richiedono notevoli sforzi per essere superati.

Ma noi non ci stiamo arrendendo, anzi.

Stiamo concentrando tutte le nostre energie affinché non venga mai meno il diritto, costituzio-

nalmente garantito, all’istruzione e all’educazione, motivo per il quale esiste l’istituzione scolastica.

 

Prioritari nella nostra scuola sono le linee programmatiche che ispirano il nostro PTOF:

  1. Lo sviluppo delle competenze, disciplinari e di cittadinanza, degli studenti quale criterio strategico organizzativo generale e identitario dell’istituto e articolato in quattro istanze rispetto alle quali innovare l’impresa formativa:
  • definizione dei “tempi” dell’insegnamento in ragione dei tempi degli apprendimenti;
  • impiego innovativo degli “spazi” e delle strutture dell’istituto;
  • sviluppo del flusso dei contenuti dei saperi e delle esperienze didattiche in ragione dell’età e delle caratteristiche degli alunni;
  • promozione delle competenze e dei valori sociali, civili e etici; piena consapevolezza da parte di tutto il personale della scuola di essere anche “attori emotivi”;

  1. Lo sviluppo della comunità educante mediante l’alleanza scuola-famiglia-territorio, quale criterio strategico-organizzativo generale e identitario dell’istituto;

    promozione del benessere degli alunni;

  • benessere organizzativo, rivolto al personale dell’istituto e a tutti i soggetti che interagiscono con esso;
  • comunicazione interna ed esterna e trasparenza quale criterio strategico-organizzativo generale e identitario dell’istituto.

 

Principi che si adattano anche alla situazione anomala che stiamo vivendo, perché contengono il nucleo fondante del compito formativo dell’istituzione scolastica: promuovere le competenze, sociali e civiche, realizzare il benessere degli alunni, mantenere l’alleanza scuola-famiglia, ma soprattutto sostenere un contatto emotivotra tutti coloro che la scuola la vivono giornalmente, sono le basi che devono sostenere ogni nostra azione nei confronti della comunità educante.

È importante, in questo momento, ma ritengo sia valido sempre, cercare di apprezzare tutti gli sforzi da parte di docenti, alunni e famiglie, tesi a costruire un dialogo formativo e a mantenere la “vicinanza” tra tutti noi. Ciò non significa che non esistano criticità, è naturale, il terreno è sconosciuto a tutti e si naviga a vista, ma è opportuno che tali criticità si affrontino senza spirito polemico, in un clima di collaborazione e comprensione.

Ora tutte le nostre energie devono concentrarsi sulle priorità dell’azione didattica e formativa, sui principi fondanti le discipline, piuttosto che su liste di argomenti da trattare, sul legame che unisce tutto il sapere, lo stimolo alla curiosità e alla creatività degli alunni, piuttosto che la compilazione di questionari e test.

I nostri alunni avranno tempo e modo di recuperare ciò che non si è potuto trattare, attiveremo percorsi, progetti e approfondimenti. Ma ora è tempo di rallentare, di lasciare andare l’affanno della programmazione da seguire, dei compiti da valutare e dei documenti da compilare; questo è un tempo da non sprecare, da riempire del giusto significato: il tempo della riflessione sui veri valori che ci rendono un essere sapiente, pensante, creativo e unico, come ognuno di noi è.

È  per questo che abbiamo deciso di emanare un concorso finalizzato a stimolare la creatività e il senso civico dei nostri alunni, dai più piccoli ai più grandi.

Il concorso, dal titolo significativo #iorestoacasa#, richiede agli alunni la produzione di un elaborato grafico, ispirato ai comportamenti virtuosi che tutti noi stiamo attuando ai fini della prevenzione del contagio da Covid-19.

La finalità del concorso non è ispirata a una competizione legata alla bellezza fine a se stessa dell’elaborato, ma, piuttosto, all’ originalità e capacità espressiva di ogni alunno, secondo le proprie peculiarità e competenze. Tutti gli alunni che parteciperanno vedranno riconosciuto il proprio merito attraverso la pubblicazione della loro opera sul sito scolastico e la consegna di un attestato durante una cerimonia, a fine emergenza sanitaria.

Restiamo vicini anche distanti.

Auguro a tutti voi di stare bene e di rivederci presto dentro le nostre amate scuole.

 

La dirigente scolastica

Dott.ssa Sonia Quinzi

 REGOLAMENTO CONCORSO #IORESTOACASA#

Allegati
concorso #iorestoacasa#.pdf

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella COOKIE POLICY.
Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.